SABATO 17 FEBBRAIO E’ LA FESTA DEL GATTO

SABATO 17 FEBBRAIO E’ LA FESTA DEL GATTO

Sono cacciatori straordinari e svegli, ma sono anche teneri e adorabili, possono scomparire per giorni ma basta che facciano due fusa e siamo pronti a riaccoglierli a braccia aperte, c’è solo una cosa certa a proposito dei gatti, sono sorprendenti.

Sabato 17 Febbraio è il giorno dell’anno dedicato al più indipendente degli animaletti da compagnia, il gatto. La festa del gatto venne introdotta nel 1990 da un referendum proposto ai lettori della rivista “Tuttogatto”.

La giornalista ideatrice dell’iniziativa, Claudia Angeletti, chiese appunto ai lettori di indicare il giorno più consono da dedicare alla festa dei mici, e la risposta scelta fu appunto il 17 di Febbraio. Ecco i motivi :

  1. Febbraio dal punto di vista zodiacale è legato al segno dell’acquario, il segno dell’intuito, della libertà e dell’anticonformismo; caratteristiche tipiche dei gatti!
  2. Nel nord Europa il numero 17 ha un valore benefico, che significa anche “Vivere una vita sette volte”
  3. Se si scrive in numeri romani “ XVII ” e si fa l’anagramma si ottiene “VIXI” , parola latina che significa “HO VISSUTO”; e chi più di un gatto, titolare di 7 vite, può dire di aver vissuto?

Il gatto è una creatura indipendente, che non si considera prigioniera dell’uomo e stabilisce con lui un rapporto alla pari”, ha scritto il padre dell’etologia moderna Konrad Lorenz.

Nel nostro paese le iniziative per festeggiare i felini crescono di anno in anno: mostre, fiere, mercatini, spettacoli, vengono promossi da città, associazioni ed enti al fine di festeggiare e sancire ancor di più l’amore che molti nutrono per il gatto.

Sette milioni e mezzo di mici affollano le nostre case: il gatto è l’animale più diffuso, supera persino il cane. Teneri, agili, indipendenti, questi amici a quattro zampe sono spesso una grande consolazione per persone sole, mentre c’è chi ne alleva intere colonie. Giusto quindi dedicargli una giornata, ovvero il 17 febbraio, festa del gatto.

Circondarsi di gatti è un’esperienza piacevole, tanto che sono nati anche in Italia i  bar in cui circolano liberamente i mici, come Miagola cafè a Torino o il Cat Cafè a Milano. Al gatto sono stati dedicati libri e film. Lope de Vega, grande drammaturgo spagnolo, vissuto a cavallo del XVI e XVIII secolo scrisse addirittura una “Gattomachia” in 2500 versi, poema dove scrive di gatti per evidenziare e criticare le passioni e i difetti tipici dell’uomo.

Nel corso della storia i gatti hanno esercitato il loro fascino su intere culture e su grandi personalità dell’arte e dello spettacolo. Nell’antico Egitto il gatto era considerato una vera e propria divinità, la dea Bastet, figlia del dio del sole Ra, era raffigurata come un gatta e chi faceva del male ad un felino era punito con la pena di morte.

Nella poesia ricordiamo il sonetto La gatta di Pascoli. Pensiamo poi esempio a La gabbianella e il gatto di Luis Sepulveda, trasformato poi in un film da Enzo D’alò, e all’altro libro di Sepulveda Storia di un gatto e di un topo che diventò suo amico. Nella letteratura per ragazzi c’è la saga fantasy Warriors cats, e la serie di vertenti storie di Ann Fine Gatto killer, entrambi editi da Sonda.

Al cinema imperdibili gli Aristogatti, Il gatto con gli stivali, Fbi Operazione gatto e il recente Una vita da gatto in cui Kevin Spacey per comprendere il suo ruolo di padre e marito viene trasformato in un gatto. Tra i cartoni animati Tom & Jerry, Mototopo e Autogatto, Gattto Silvestro, Top Cat. Il fumetto  Garfield è stato trasformato in due film in cui il micione rosso goloso di lasagne ha la voce di Beppe Fiorello.

Prenota il tuo cucciolo di gatto siberiano da Allevamento Rhodigium, con genitori testati fiv felv hcm pkd neg e pedigree AGI not for breeding.

 

Capture

 

By |2018-03-13T10:01:57+00:0014 febbraio 2018|Curiosità|0 Commenti
Rhodigium è un allevamento amatoriale del gatto siberiano ipoallergenico nella variante Neva Masquerade e Classica. Alleviamo con passione e amore questi meravigliosi Gatti Siberiani che sono ipoallergenici e anche le persone allergiche possono stare vicino senza avere reazioni.

Scrivi un commento